Mafia Capitale, viaggio nel mondo di mezzo

Le ville in mezzo alla calma apparente di Sacrofano. Un benzinaio a corso Francia usato come ufficio di rappresentanza. Il retrobottega dei Parioli e gli affari all’ombra di un gazebo a Vigna Stelluti. Tornando ai luoghi degli anni ’70. Sedi simboliche di una destra che mirava a ribaltare il sistema. E che pochi decenni dopo si ritrova allo stesso tavolo, a spartirsi il potere cittadino.
Un reportage in mezzo ai luoghi cruciali di Mafia Capitale.

Mafia Capitale, il nuovo romanzo criminale

Nx233xl43-mafia-capitale-141203074751_medium.jpg.pagespeed.ic.AO258DK3rP

La “Mafia Capitale”. O, per dirla con le parole di Massimo Carminati, il “mondo di mezzo”. Questa volta non è un film, né un libro. Ma uno spaccato della realtà. Criminale, ovviamente. E grottesco, come nella migliore tradizione delle storie italiane. Un racconto in cui i “cattivi” hanno soprannomi che fanno sorridere. Con intercettazioni che rivelano una gestione del potere spregiudicata e farsesca. Dialoghi intrisi di romanesco e spavalderie. Come in un film, come se fossero personaggi usciti dalla penna di uno scrittore. E alcuni di loro, in realtà, hanno già ispirato registi e sceneggiatori.

[Read more…]